Ortognatodonzia dentale

Trattamento bioprogressivo: si comincia da bambini

Uno dei punti cardine dell’approccio Bioprogressivo consiste nella precocità. Precocità di diagnosi e di trattamento.

Per troppo tempo, si è scelto di non intervenire sulla dentatura decidua, ritenendo inutile un approccio tanto anticipato.

A cosa serve raddrizzare o riordinare dentature destinate a cadere ed essere sostituite prima dell’adolescenza?
Serve perché non è necessario intervenire solo sui denti, ma è molto più importante intervenire sulle ossa.
E più questo intervento sarà precoce, più i risultati saranno ottimi. Anche perché la crescita e la sua corretta previsione, ottenibile mediante un’attenta raccolta di adeguata documentazione radiologica e fotografica, possono rappresentare un vantaggio e non un ostacolo. Possono essere sfruttate a beneficio del trattamento ortognatodontico.

Studiare le previsioni della crescita ed elaborare, di conseguenza, un trattamento adeguato permette di garantire al paziente:


In cosa consiste il trattamento ortognatodontico?
Il trattamento è suddivisibile in due fasi distinte e successive l’una all’altra: